L’Anac interviene sulla governance delle società a partecipazione pubblica

potere consultivo

L’Anac interviene sulla materia delle inconferibilità della carica di amministratore di una società a partecipazione pubblica con la Delibera numero 208 del 13 marzo 2019 (relativa all’accertamento di una situazione di inconvertibilità di cui all’art. 7, comma 2, lett. d) del d.lgs. 39/2013 in riferimento all’incarico di Amministratore unico (….) al Presidente di (….)).

di dott. Roberto Camporesi studio BP – Bologna Rimini

Nel contempo è di questi giorni anche la notizia che verrànno emanati i due decreti previsti dall’art. 11 comma 1 e comma 11 del testo unico in materia di società a partecipazione pubblica rispettivamente in materia di definizione dei requisiti di onorabilità, professionalità e autonomia dei componenti degli organi amministrativi e ci controllo delle società a controllo pubblico e determinazione dei compensi che avranno, in particolare il primo alcuni riflessi sull’argomenti della inconferibilità.

Il fatto che interessa in questa sede attiene alla nomina di amministratore di una società controllata da altra società di cui il nominato era esso presidente del consiglio di amministratore e come rilevato dalla delibera: “Omissis, mantenendo la carica di Presidente del CdA della omissis, ha assunto l’incarico di Amministratore Unico della società omissis (di seguito omissis), di cui la omissis è socio unico”.

Continua a leggere….

Governo e gestione delle societa’ pubbliche

Bologna, 9 maggio, 23 maggio, 30 maggio, 6 giugno, 13 giugno, 20 giugno 2019

Docenti: Alessandro Massari – Stefano Pozzoli – Cristiana Bonaduce – Manuela Sodini – Pasqualino Albi – Gaetano Viciconte

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *