Elezioni amministrative e rinnovo organi delle società controllate

di Corinna Cappelli
Elezioni amministrative

Opera correttamente il Sindaco che, all’atto del suo insediamento, pubblica un nuovo bando per le nomine dei rappresentanti del Comune presso enti ed istituzioni attesa la natura fiduciaria delle stesse, che riflettono il giudizio di fiducia sulla capacità del nominato di rappresentare gli indirizzi di chi l’abbia designato.

Lo afferma il Tar Puglia con la sentenza n. 233 del 12.02.2018

La decisione trae origine dal ricorso presentato contro l’avviso pubblicato dal Sindaco del Comune di Lecce per la nomina dei propri rappresentanti presso enti, aziende ed istituzioni a norma dei commi 8 e 9 dell’art. 50 del TUEL che, appunto, attribuiscono al sindaco ed al presidente della provincia il potere di nomina dei propri rappresentanti presso enti ed istituzioni sulla base degli indirizzi stabiliti dal consiglio.

A giudizio del ricorrente l’avviso in questione sarebbe stato adottato secondo le modalità proprie del c.d. spoils system, ritenuto inammissibile.

>> CONTINUA A LEGGERE…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *