Il controllo sulle dichiarazioni sostitutive di certificazione e di notorietà nelle Società pubbliche

dichiarazioni sostitutive

La possibilità di indagare sull’elemento soggettivo della dichiarazione falsa

di Gabriele Martelli

Le dichiarazioni sostitutive di certificazione e di notorietà di cui agli artt. 46 e 47 DPR 445/2000 rappresentano senza ombra di dubbio un efficace strumento di semplificazione nei rapporti con la pubblica amministrazione, i gestori di pubblici servizi ed i privati che vi acconsentono, in quanto sostituiscono la produzione di certificati e comprovano stati, qualità personali e fatti a diretta conoscenza dell’interessato.

Tali dichiarazioni sono richieste come elemento probatorio per verificare l’effettivo possesso di requisiti previsti dalle leggi, o l’assenza di cause ostative, perché il cittadino possa beneficiare di un provvedimento a sé favorevole, motivi per i quali chi le riceve deve controllare, dal punto di vista sostanziale, la loro veridicità.

>> CONTINUA A LEGGERE…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *