Principio di rotazione nelle stazioni appaltanti dotate di articolazioni organizzative autonome e affidamenti diretti: gli ultimi chiarimenti dell’ANAC

di Elisa Nobile
affidamenti diretti

A seguito dell’aggiornamento del 3 luglio 2018 delle FAQ sulle Linee Guida n. 4, ANAC ha chiarito degli aspetti precedentemente passibili di interpretazioni fuorvianti relativi all’applicazione del principio di rotazione nelle stazioni appaltanti dotate di una pluralità di articolazioni organizzative autonome e alla necessità del DGUE per gli affidamenti diretti.

Il principio di rotazione

Come è noto, nell’ambito degli appalti di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria il D.lgs. 50/2016 prevede che non si applichino le procedure ordinarie ma che la stazione appaltante inviti un numero predefinito di operatori economici nel rispetto del principio di rotazione degli inviti.

>> CONTINUA A LEGGERE…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *