Servizi di pubblica utilità, è tempo del fare

pubblica utilità

Termovalorizzatori si, termovalorizzatori no.  Acqua pubblica si, gestione solo pubblica no. Semplificazioni che alimentano guerre di posizione con un solo risultato: non fare nulla e rinviare ogni decisone a tempi migliori.

di Adolfo Spaziani

La migliore terapia? Deporre le armi, proclamare una tregua e discutere del  merito, chiamando  le migliori energie  a contribuire con proposte serie e sostenibili.

Serve un approccio non ideologico, che offa idee realizzabile, e proponga una visione di lungo periodo, che tuteli le risorsa e l’ambiente, ed al tempo stesso individui soluzioni di breve periodo che siano capaci di evitare le emergenze, proprio quelle stesse emergenze che sono il terreno più fertile per comportamenti  deresponsabilizzanti  e, purtroppo, anche malavitosi. Continua a leggere…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *