Strumento societario ed esercizio associato di funzioni: la nuova disciplina delle società pubbliche tra promozione della concorrenza ed equilibri di bilancio

società pubbliche

Sommario. 1. Dalla esternalizzazione dei servizi pubblici alla pubblicizzazione degli organismi partecipati. 2. Un caso particolare: le esternalizzazioni di funzioni e servizi nei comuni di piccoli dimensioni. 3. Dagli interventi normativi reiterati al Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica (d.lgs. 19 agosto 2016, n. 175). 4. Prime considerazioni sulle criticità e sulle opportunità recate dal Testo unico.  5. Focus tematico sui piccoli comuni. Conclusioni.

di Rinieri Ferone, Consigliere, Corte dei conti Sezione delle Autonomie e Paola Cecconi, Funzionario, Corte dei conti Sezione delle Autonomie

1. Dalle esternalizzazioni dei servizi pubblici alla pubblicizzazione degli organismi partecipati

Gli interventi legislativi sui servizi pubblici (statali e locali) hanno evidenziato, negli ultimi trent’anni, approcci riformatori oscillanti, spesso di segno opposto, caratterizzati da fasi che hanno alternativamente riposto fiducia nelle esternalizzazioni, nelle gestioni attraverso forme societarie (privatizzazioni cd. formali), nelle gestioni in partenariato pubblico-privato (privatizzazioni in senso sostanziale).

Le riforme avviate spesso non hanno avuto il tempo di giungere a completamento che una ventata riformatrice è intervenuta ad interromperne il processo per avviarne un altro di diverso orientamento. Ciò ha finito per creare – oltre ad una stratificazione di discipline segmentate per settori, forme giuridiche e tipologie di attività – quella che oggi appare una sorta di giungla societaria nella quale convivono specie multiformi di organismi partecipati, la cui natura mostra connotati al tempo stesso pubblicistici e privatistici Non a caso, per individuare tali strumenti dell’imprenditoria pubblica spesso si deve ricorrere al termine, appunto, “organismi”, nella consapevolezza che nozioni generali come “società” o “partecipate” non siano in grado di abbracciare la complessità delle fenomenologie e di darne una definizione compiuta; nozioni che, tuttavia, qui useremo convenzionalmente quali sinonimi di “organismi”.

>> CONTINUA A LEGGERE…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>