Servizio Idrico integrato, quale riforma?

servizio idrico integrato

di Adolfo Spaziani

L’autunno 2018 si è presentato, come spesso  accade da alcuni anni, con precipitazioni isolate e violente con danni ingenti sui territori, che purtroppo non sono neppure servite ad incrementare la consistenza dei corpi idrici, già sfibrati da lunghi periodi di siccità.

Un nuovo scenario per un Paese dove la risorsa idrica è sempre stata abbondante ma nel quale l’elevata antropizzazione, un consumo del suolo irresponsabile e la mancanza per decenni di manutenzioni straordinarie non consentono di mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici.

Una situazione, quindi, che richiede interventi in tempi stretti per evitare il moltiplicarsi di emergenze con costi sempre più rilevanti.

>> CONTINUA A LEGGERE…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *