Trasporto pubblico locale: ok all’intesa sull’anticipo delle risorse

Trasporto pubblico locale

“Le intese in sede di Conferenza Unificata sul trasporto pubblico locale sono un importante passo in avanti. Le attendevamo per migliorare ulteriormente la riorganizzazione già in corso da settimane e potenziarne ulteriormente i servizi”. Queste le dichiarazioni rilasciate da Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni.

“Si tratta – ha spiegato Bonaccini – dell’anticipo della ripartizione riguardo le risorse da destinare alla compensazione dei mancati ricavi dovuti alla pandemia e i servizi aggiuntivi del trasporto pubblico locale e regionale. L’altra ripartizione riguarda le risorse del Fondo Nazionale 2020 per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale”.

Il Decreto Rilancio stanzia in totale 900 milioni di euro per le perdite del trasporto pubblico locale, ma queste risorse non sono sufficienti per coprire tutti i mancati ricavi, compresi la rimodulazione della domanda di trasporto e gli oneri finanziari derivanti dall’adozione delle misure di prevenzione e protezione dei servizi. Dunque, ha proseguito Bonaccini, “per contenere la pandemia nel trasporto pubblico locale è comunque fondamentale che Governo e Regioni continuino a lavorare con spirito di leale collaborazione”. Il presidente ha rinnovato la necessità “di evitare gli assembramenti degli utenti, in particolare su metro e autobus, e di prevedere fasce orarie diversificate di entrata e uscita sia per le scuole che per il lavoro di alcune categorie. Nel contempo va favorita la didattica a distanza e lo smart working, non solo nel pubblico ma anche nel settore privato”. In attesa del prossimo D.P.C.M. atteso proprio in queste ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *