Legge concorrenza: quali le novità per le gare Atem distribuzione gas

A cura di Sauro Prandi

1. Il testo approvato

Il Governo Draghi presentava il ddl Concorrenza (“Legge annuale per il mercato e la concorrenza 2021”) il 3.12.2021 connesso all’obiettivo del PNRR “Rimozione delle barriere all’entrata dei mercati”, che prevedeva, tra l’altro (1):

  • norme per garantire maggiore concorrenzialità nelle concessioni per la generazione di energia idroelettrica (2022)
  • norme per velocizzare e rendere più efficienti le gare per le concessioni di distribuzione del gas naturale (2022)
  • norme per rafforzare le gare per le concessioni autostradali, specialmente per quanto riguarda i temi dei rinnovi automatici, delle proroghe e del controllo sulle opere realizzate dal concessionario (2024);
  • completamento della liberalizzazione della vendita dell’energia elettrica (2023).

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM), secondo quanto previsto dall’art. 47 della legge n. 99/2009 (2), trasmetteva il 23.3.2021 la propria segnalazione al Presidente del Consiglio dei ministri (3). Nell’ambito del capitolo riguardante la “Rimozione delle barriere all’entrata.

Nuovi ingressi per stimolare la produttività”, trovava spazio il paragrafo dedicato a “L’accelerazione delle gare per le concessioni di distribuzione del gas naturale” (4).

I “suggerimenti” dell’Antitrust venivano poi, in larga parte, ripresi dal ddl che il Governo presentava in Senato il 3.12.2021.

Lunga la discussione al Senato, contraddistinta anche da una serie di audizioni a cura della competente Commissione parlamentare, tra cui anche ARERA (5), a cui ha poi seguito il voto di approvazione il 30.5.2022; il testo veniva poi trasmesso alla Camera. E’ di fine luglio l’approvazione, con modifiche in altro articolo, da parte della Camera; nel pomeriggio del 2.8 il Senato riapprovava il testo che quindi diveniva legge.

CONTINUA A LEGGERE….

 

Non sei abbonato?

Clicca qui e contattaci per informazioni o password di prova al servizio

oppure

Chiamaci al numero 0541.628200
dal Lunedì al Venerdì, dalle 8.30 alle 17.30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.