In house: iscrizione liste Anac e analisi economiche

in house

Il 30 di gennaio 2018 è scaduto il termine che prorogava l’obbligo di iscrizione alle liste ANAC per gli affidamenti in house, secondo quanto disposto dall’art. 192 comma 2 del codice degli appalti

di Roberto Camporesi

Per procedere alla iscrizione occorre ottemperare alla disposizione dell’art. 192 comma 2 citato sulla base delle Linee guida n. 7Istituzione dell’elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che operano mediante affidamenti diretti nei confronti di proprie società in house, previsto dall’art. 192 del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50. “- Approvate dal Consiglio dell’Autorità con delibera n. 235 del 15 febbraio 2017 – Aggiornate al d.lgs. 19 aprile 2017, n. 56 con deliberazione del Consiglio n. 951 del 20 settembre 2017.

La procedura di iscrizione ed in particolare gli effetti del potere di intervento dell’ANAC in sede istruttoria sono state incise dalla modifica del CAPP per effetto del decreto correttivo di metà del 2017 che ha riscritto l’art. 211 del CAPP medesimo.

Alcune questioni, anche con l’emanazione delle Linee Guida aggiornate che hanno tenuto conto anche delle osservazioni contenute nel parere del Consiglio di Stato a seguito del decreto correttivo del CAPP, sono comunque rimaste aperte.

>> CONTINUA A LEGGERE…

Per continuare a leggere il contenuto di questa pagina è necessario essere abbonati.
Se sei già un nostro abbonato, effettua il login.
Se non sei abbonato o ti è scaduto l’abbonamento
>>ABBONATI SUBITO<<

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *